• Paola Adamo.it

    Se credi in Dio, hai il mondo in pugno.

  • Paola Adamo.it

    L'uomo deve fare solo ciò che può fare
    e non ciò che vuol fare,
    altrimenti diventa solo causa di disastri.

  • 1
  • 2

4° Concorso Paola Adamo 2017




4° CONCORSO PAOLA ADAMO

“SE CREDI IN DIO HAI IL MONDO IN PUGNO” *****

Concorso Annuale indetto dalla “Fondazione PAOLA ADAMO” Presso Istituto “Don Bosco” – Viale Virgilio, 97 -74121 Taranto

 

1. FINALITA’: II Concorso ha lo scopo di divulgare la conoscenza della vita della quattordicenne PAOLA ADAMO, vissuta nella gioia della Grazia di Dio, affinché un numero sempre più grande di adolescenti e giovani possa conoscerne gli ideali e, condividendoli, ispirarsi al suo esempio di cristiana testimonianza, intelligente creatività, dialogo-comunione con i genitori, docenti e amici.

2. TEMA: per l'anno 2017 - “IL MONDO CHE VORREI”.
Rifletti e confrontati con i pensieri di Paola sulla famiglia, la scuola e la società.

“ Paola si presenta come un modello di amore verso il prossimo, verso Dio.
Una ragazza che ha sentito la voce dello Spirito Santo, che si è messa a totale disposizione nelle mani

di Dio per aprirsi al mondo.”

a) - Cosa vuol dire per te FUTURO?
b) - Quali riflessioni PAOLA, nel pensare al suo futuro, fa scaturire nel tuo cuore?
c) - “Paola ha saputo vivere per il bello, il vero e il buono, con una grinta e una fierezza

che hanno del sorprendente”.
e) - La sua testimonianza ti spinge ad essere fiducioso nel futuro ?

3. DESTINATARI: Alunni di 4^ e 5^ Elementare – delle classi della Scuola Media – delle Superiori e del Liceo Artistico, scuola frequentata da Paola.
Ragazzi/e della Catechesi svolta nelle Parrocchie della Diocesi.

La partecipazione, per una delle sezioni base, si esprime a scelta del concorrente, che deve essere un solo firmatario, attraverso elaborato originale ed il video che non deve superare i cinque minuti. Classi delle Elementari: Componimento in prosa o disegno che non deve superare cm. 50 x70.
Classi della Media: prosa, disegno che non deve superare 50 x70, video.
Classi delle Superiori: prosa, disegno che non deve superare 50 x70, video.
Classi del Liceo Artistico: prosa, video, pittura o lavoro modellato.

I lavori pervenuti non saranno restituiti e rimarranno a disposizione della Fondazione.
N.B. Per attingere notizie sulla vita di Paola, che si è fatta apripista per i suoi coetanei con la luce della sua

esemplare condotta, si invita a consultare il sito Web:http:/ www.paolaadamo.it Per facilitare la conoscenza della vita di Paola, si possono chiedere copie del libricino:

Paola Adamo Qui e al di là del sole” al Segretario della Fondazione, Don Gaetano D’Andola, presso l’Istituto Salesiano “Don Bosco”, Viale Virgilio, 97- 74121 Taranto- cell. 339/4624212
4. PREMIAZIONE. Tutti i vincitori saranno premiati con il Diploma di Partecipazione ed un premio offerto

dalla “Fondazione Paola Adamo”.

Il 1° e 2° premio è previsto per ciascuna categoria di elaborati svolti.
Il 1° premio di
. 500,00 ed 2° premio di . 400,00 sarà consegnato alla Scuola o Parrocchia che invierà il maggior numero di elaborati. ( da un minimo di 10...)

5. SCADENZA: la presentazione degli elaborati è fissata per Mercoledì 8 Marzo 2017, da inviare all’Istituto Salesiano “Don Bosco” “CONCORSO PAOLA ADAMO” o consegnare al Segretario Don Gaetano D’Andola.

6. La PREMIAZIONE: avverrà Venerdì 31 Marzo 2017 nella “Sala Polivalente Paola Adamo” presso la Parrocchia “Don Bosco” in via Umbria – Taranto

7. I LAVORI in gara devono essere sempre contrassegnati da Cognome, nome, classe, scuola o Parrocchia di appartenenza e fascia d’espressione prescelta.

8. La GIURIA sarà formata dai componenti la “Fondazione Paola Adamo”.

Un mondo rimesso nelle nostre mani

"Esistono persone che sono convinte che basti guardare il mondo con occhi giusti e affrontarlo con un animo gioioso che tutto poi va a posto". (Romano Guardini)

Dinanzi agli sconvolgimenti che scuotono i diversi continenti, non possiamo restare indifferenti.

"E' stata la nostra umana colpa che ha rovinato il mondo - afferma il citato filosofo e teologo tedesco, di origine italiana - ma Dio l'ha rimesso nelle nostre mani perché divenisse nuovamente buono".

L'occasione felice che ha deciso la nostra scelta per il tema del "Concorso Paola Adamo per l'anno 2017" ci è stato suggerito dagli alunni dell'Istituto Comprensivo "San Giovanni Bosco" di Taranto, quando il 25 maggio 2016 fu intitolata a Paola Adamo la Sala “Azzurra" del pianterreno della scuola. Il canto corale dalla canzone "Il mondo che vorrei" eseguito a piena voce da tutti gli allievi presenti, ci ha suggerito una traccia appropriata da proporre per il nuovo Concorso. Sì, si può, si deve cambiare il mondo. Genitori e figli: due modi diversi per essere protagonisti. Si può e si deve sognare un futuro diverso, un'umanità diversa. Ci vogliono risposte concrete e tempestive. I ragazzi hanno bisogno di trovare spazi, interesse, opportunità. Solo così è possibile sconfiggere la loro sfiducia nella scuola e nel rapporto con i genitori.

Il critico giornalista Nino Bixio Lomartire scrisse sul Corriere del Giorno, in data 25.10.1980: "II discorso di Paola ha la capacità di disorientare appunto per una palese lotta alla odierna tendenza a banalizzare tutto... Un mondo come quello giovanile in cui la lotta con la miseria morale e materiale riesce vincitrice solo se tra genitori e figli vi è dialogo e se dalla protesta si passa alla proposta...”.

Già a 13 anni Paola aveva acquistato una perfetta conoscenza sperimentale di questo fenomeno esistenziale ed ha saputo contestare la società dei consumi e delle ideologie dominanti. Lei infatti in un componimento scriveva: "Vorrei avere la bontà, la carità e specialmente la comprensione e la generosità verso gli altri perché nella vita per andare d'accordo con una persona basta che la si comprenda, per poterla aiutare nei momenti di difficoltà, dividere con questa i momenti di serenità e poterla coadiuvare, senza che ci siano incomprensioni".

"Ma chi è questa Paola - si domandava Don Pasquale Liberatore, Postulatore Generale dei Salesiani - questa piccola, grande protagonista su cui molto si è già scritto nei pochi anni che ci distanziano dalla sua morte?... E' una ragazza estroversa, espansiva per indole e più ancora per grazia, giocherellona, amante della vita, che spalanca la finestra di casa per gridare a tutti "Ciao mondo, ciao gente, sono Paola" e che, nello stesso tempo, ha la maturità riflessiva dei saggi... Una ragazza che, nel necessario cangiare che la crescita comporta, mantiene fissi i grandi valori che orientano la vita cristiana. I valori!

Questo discorso tanto difficile quanto urgente per i giovani di oggi e che in Paola ha trovato una testimonianza preziosa e convincente di dove può giungere un'educazione familiare nuova".

La vita di tutti, tanti o pochi siano gli anni vissuti, è fatta di tessere, più o meno belle e riuscite, più o meno significative, ma che tuttavia sono la "nostra storia". Dobbiamo al benessere opulento e all'orgoglio della tecnica se la fede in Dio va scomparendo.

Paola Adamo ha vissuto gli anni della sua maggiore consapevolezza proprio in tempi di rapidissimo cambiamento tecnologico e culturale, ma li affrontò con tanta sicurezza da meravigliare gli stessi genitori. Il "sì" di Paola - come quello che dovremmo esprimere anche noi - ci invita a "rimettere il mondo nelle nostre mani perché esso divenga nuovamente buono".

IL MONDO CHE VORREI!

Don Gaetano D'Andola 

Blog webekm.com the ekm.

Download from BIGTheme.net free full premium templates