Dossier

            Siamo usciti dalle mani di Dio e tutti possiamo essere portatori di pace, ma forse non coltiviamo la piantina del bene che dimora nel nostro cuore.
Paola ci insegna a far bene la nostra parte, ovunque ci troviamo, con coraggio e perdonando sempre. 
Nel mio cuore Paola ha fatto nascere una forma di pace, perché ho capito che l'impossibile è possibile.      DAVID DI TINCO (2^ C) 
- Scuola “S. Giovanni Bosco” - Ginosa (TA)
 
La sua è una storia che mi ha colpito molto; una storia tanto difficile e drammatica, ma al contempo tanto preziosa ed educativa.
.      So però, che per te non è stata una fine, ma una vita nuova.
Tu, mi hai dato la possibilità di riflettere e "volare alto", incoraggiandomi ad ascoltare i nostri genitori e confidare nel Signore, che è la nostra vera forza. 
            Si, perché se crediamo in Dio abbiamo il mondo in pugno.     
Ti prego, scusami per il plagio, ma non trovo parole più belle. Grazie.
                                                       Cosimo Bitella (2^C)   
 - Scuola “San Giovanni Bosco” -  Ginosa (TA)
 
            Dopo aver conosciuto una sintesi meravigliosa della vita di Paola e letto pagine del suo diario, mi sono reso conto che spesso noi ragazzi non ci comportiamo nel modo giusto, perché ci facciamo prendere da "istinti" materiali, che ci allontanano dai veri valori della vita. 
            La sua storia mi ha indotto a riflettere sul mio comportamentoche, spesso, è lontano dagli esempi che lei ha lasciato.
                                               ANGELO PIZZULLI (2^ C)
   Scuola “S. Giovanni Bosco” -  Ginosa (TA)
 
Paola ha vissuto appieno la sua vita e anche io - come lei - vorrei essere un portatore di bene nel mondo, a partire da chi mi circonda. 
            Non è facile, ma vale  la pena provare.
Paola però mi stimola ad agire, a fare, in prima persona. Anzi è come se mi parlasse, dicendomi che non è impossibile.Perché? 
            Perché lei è riuscita a farlo, dimostrando cosa sia la "santità quotidiana".
            Abbiamo bisogno di conoscere i testimoni autentici della fede, soprattutto se giovani. Siamo stanchi di sentir parlare solo di delinquenza giovanile, di bullismo, di dispersione scolastica.
                                         Giuseppe Sangiorgio (2^B)
  -  Scuola “S. Giovanni Bosco” - Ginosa (TA)
 
            Vedendo le opere di Paola che è riuscita a "convertire" non alcune persone, ma una classe intera, sono portato a riflettere, aprendo il cuore alla speranza, perché riconoscendo i propri errori tutti possono cambiare.
            La testimonianza di Paola, la sua "caparbietà", ma anche la fierezza di predicare e testimoniare la Parola di Dio, spingono anche me a migliorare il mio comportamento,perché penso che per un mondo migliore servono persone migliori. A cominciare da se stessi.  Paola mi insegna che non possiamo arrenderci, perché questa è la cosa più semplice, la meno impegnativa.  
                                                  Alessio Di Tinco (2^ B)- Scuola “S. Giovanni Bosco” - Ginosa (TA)
 
Paola, con i suoi piccoli gesti d'amore, vuole comunicarci oggi che Dio non è una cosa astratta e lontana e che non basta soltanto pregare per ritenerci "fedeli". 
Avere fede significa avere la certezza di non essere mai soli, anche nelle difficoltà e nel dolore; sapere che Egli è con noi e non ci abbandona mai, perché di Lui possiamo fidarci pienamente.Paola questo l'aveva capito: era una ragazza che adoperava il bene in qualsiasi situazione la vita le ponesse davanti.
                                            Domenico Cazzati (2^ B)  -  Scuola “San Giovanni Bosco” -  Ginosa (TA)
 
Noi dovremmo imparare dai suoi gesti, come vivere il rapporto fra tutti noi, fra i compagni di scuola, con i parenti, con gli amici ... soprattutto non deridere quelli che ci sembrano diversi, solo perché hanno un carattere più riservato del nostro, o non sono capaci, o hanno delle difficoltà nello svolgere alcune azioni.
         Mi viene in mente quello che Paola scrisse nel suo diario: "Se credi in Dio hai il mondo in pugno", perché chiarisce e fa capire da dove le venisse la forza e il coraggio per essere semplicemente se stessa, ma animata da quella fede nel Signore.   Questo fa di lei una Santa molto più vicina a noi, perché nella semplicità delle sue opere, ognuno di noi può rivedere se stesso.  
          Spero un giorno di aver una fede cosi grande in Gesù nostro Signore. 

 – Valentina Maniglia  2^ B
 
         Nel mio cuore Paola fa scaturire una grande sensazione di amore, di passione, di comprensione, di felicità e di commozione. 
 Il segreto della vita umana e cristiana di Paola è stato proprio l’amicizia perché  lei aveva molti amici anche poveri. 
         La testimonianza di Paola mi spinge ad essere amico di tutti e anche se parlassero un’altra lingua e se fossero poveri, io sarei lo stesso loro amico. 
 La vita di Paola è stata breve ma comunque ha saputo vivere al meglio e resterà sempre nel cuore di tutti quelli che la conoscevano. 
                  – Gabriele Pavone  5^ B
 
Per me amicizia significa volersi bene, amarsi e aiutarsi a vicenda. 
Paola ci ha insegnato a lasciar perdere i bambini ricchi e abbracciare ed aiutare i bambini più poveri.  Paola mi fa scattare nel cuore la voglia di vivere con allegria, anche i momenti più brutti, con i miei amici.                                           Claudia Lamacchia  5^ B
 
 Secondo me, Paola era una ragazza con un cuore d’oro, era un miracolo, un angelo mandato dal Signore per insegnarci ad amare il prossimo, così come lo amava lei.                                                                                                                                                                                          – Chiara Ernesti  5^ A
 
Paola era un grande esempio cristiano perché aiutava tutti e faceva opere buone. 
 Vorrei seguire il suo esempio, essere più disponibili con gli altri e con i miei compagni, in particolare vorrei essere più vicina a Dio e seguire ogni giorno il suo insegnamento. 
                                                                                                                                                                  –Lavinia Polignano  5^ B
 
 Paola ha saputo vivere senza bestemmiare e senza essere condizionata dal bullismo. 
Paola nel mio cuore fa nascere una grande voglia di vivere e di gridare che voglio bene ai miei amici. La sua testimonianza mi spinge ad essere una persona migliore, a essere amica di tutti e anche delle persone con cui non vado molto d’accordo.  Vorrei che Paola fosse un esempio di vita cristiana per tutti.                    – Daiana Cassone   5^ B
 
Paola Adamo è il simbolo d'amore incondizionato ed assoluto verso la famiglia, una ragazza che ha saputo insegnare che la vita e la famiglia valgono più di ogni altra cosa.           Paola ci ha insegnato che la famiglia unita si vive stando in famiglia: E' la famiglia che educa - E' la famiglia che riempie - E' la famiglia che rafforza e forma. 
Una figlia così obbediente e amante della vita, così illuminata dalla grazia di Dio, non può che essere un esempio e un modello per tanti ragazzi che oggi non sanno che scopo dare alla loro vita, come gestirla e verso quale obiettivo orientarla. Certamente la sua testimonianza mi spinge ad essere sempre più vicino ai miei famigliari e ad apprezzare la grande opportunità di avere una mia famiglia. 

                                                                               Rocco Ture (2^C} - Ist. Comp. "V. Alfieri" Taranto
 
"L'esperienza di vita di Paola mi ha dato la possibilità di riflettere sul grande concetto della "vita", ovvero che è piena di imprevisti, quindi cercherò di vivere al massimo la mia famiglia e apprezzare ancora di più l'esempio di Paola che per me ha una valore inestimabile".                                      Pamela Ferrante (1^A) - Ist.Comp. "V.Alfieri" -Taranto
 
     Grazie alle parole di Paola mi ero resa conto chiaramente di quanto siamo semiciechi e di come ciò che vediamo è soltanto parziale.
     Quanto profondamente ci perdiamo nel fumo e come è lontano ciò che è così vicino! Vaghiamo il più delle volte alla ricerca di qualcosa in luoghi quanto mai remoti e non ci accorgiamo che questo qualcosa è vicinissimo a noi.
                La bellezza non é sempre altrove, ma anche qui accanto; la verità non è solo in luoghi distanti ma anche a casa nostra.   La vita senza gli altri è solo desolazione e solitudine. La bellezza viene dal "noi" che trasforma il mondo in un incontro, viene dalla fratellanza che ispira ad uscire da sè e permette di riparare, consolare, amare, risanare le ferite, gli sbagli, gli errori.     
      E la bellezza a me era venuta dall'incontro con Paola.  Un mondo dove non ci sia più l’“io" ma il "noi", ecco il mondo che vorrei.........................
     Ed io desidero che il "noi" generi una terra fecondissima, ricca di quella bellezza che ha l'altezza dell'infinito: tutto questo me l'ha insegnato Paola, ..........................                            ILARIA DONZELLA 4^B 
Liceo “Ferraris‑Quinto Ennio”
 
.......La testimonianza di Paola Adamo mi spinge ad essere più fiducioso in me stesso non solo per quello che lei dice, ma anche perché è lei a dirlo........
La sua età me la fa sentire più vicina e più simile a me...scommetto che se Paola fosse stata mia compagna di classe saremmo stati amici per la pelle ed io sarei stato un ragazzo fortunato ad avere un’amica come lei. NOTARISTEFANO  ANDREA 
1^A - Ist. Com. “G.Calò” Ginosa
 
I valori in cui credeva Paola sono valori importanti che ognuno di noi dovrebbe possedere, ma purtroppo nella società moderna questi valori stanno scomparendo del tutto. Paola fa nascere nel mio cuore la voglia di fare del bene e di aiutare gli altri in momenti di difficoltà. Anita Cristella 1^ A  Suola Sec. 1° gr. "IC. G. Calò" Ginosa
 
Il messaggio principale è quello di vivere in armonia con se stessi e con gli altri, quello di attribuire importanza alle cose essenziali e credere con una fede senza limiti nella bontà di Dio. Questi pensieri non sono solo pura teoria, ma corrispondono a ideali vissuti nella sua breve vita come dimostrano le testimonianze di chi l'ha conosciuta.
Il fatto che ogni anno ci fanno ricordare la vita di Paola è perché ci spingono a riflettere su come siamo e ciò che facciamo, per farci rendere conto che è possibile cambiare per realizzare un mondo migliore.

Eliana Lonoci 3^B Ist. Com.“V. Alfieri”
 
la frase "sono unico e irripetibile" mi fa riflettere molto sul miocomportamento, sulle mie scelte fatte proprio nel settore della moda e mi permette di confrontarmi anche con ciò che pensava Paola Adamo.Per me questa ragazza è divenuta un vero esempio, perché ha dato testimonianza che non si ha bisogno di seguire la moda con lo scopo di apparire diversi da ciò che si è o uguali a ciò che vorremmo essere, ma anche nella semplicità del proprio abbigliamento, ogni persona è bella e può esprimere la sua personalitàperché io, come la mia classe e Paola, penso che l'abito migliore che un uomo possa indossare è quello che ha ognuno di noi nel suo cuore e non sulla sua pelle.Perciò importante, ogni giorno, ricordarsi che si è sempre unici e irripetibili nonostante non si riesca ad esprimere il proprio essere perché, infondo, che mondo sarebbe? Così attraverso il pensiero di Paola sulla moda, ho riflettuto a lungo sul mio comportamento e le mie scelte fatte a riguardo e ho avuto la possibilità di vedere e comprendere la bellezza della semplicità a cui, quotidianamente, presto poca attenzione e importanza.                       Dotto Claudia Classe 3ˆB Istituto Comprensivo "Vittorio Alfieri" Taranto 
 
****

 
 
 
 
ed altre testimonianze, le vostre, verranno.
Inviatele all'indirizzo:    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Blog webekm.com the ekm.

Download from BIGTheme.net free full premium templates